Wake Up in the Cosmos: La recensione di “Berenice”

1 min read
  • Berenice – Wake Up in The Cosmos
  • 27 Giugno 2023
  • ℗ Wake Up In The Cosmos / Overdub Recordings

È un vortice psichedelico carico di riverberi quello che contraddistingue il primo singolo ufficiale dei Wake Up in The Cosmos. La band toscana, usa “Berenice” per annunciare il suo primo progetto, in uscita nel 2023. 

La traccia mescola psichedelia e progressive rock, unendo ad ampi strati di chitarra pesantemente processati, melodie di basso tagliate e ritmiche rallentate. Se a livello compositivo vi sembra abbastanza, per la band è solo l’inizio. 

L’intera traccia vira verso orizzonti ambient e crea la base di lancio per la voce di Alessandro Chiappa. Qui le contaminazioni si rifanno alle prime band Shoegaze. 

La sensazione all’ascolto è quella di un continuo galleggiare. Nonostante negli anni, il genere ci abbia abituato a testi criptici, molto spesso incomprensibili, e in altri casi ancora troppo elaborati per essere compresi, i Wake Up In The Cosmos, mettono la ciliegina su questa torta, con un testo semplice a livello di scrittura, ma allo stesso tempo carico di tensione, che esplora amori ossessivi. 

Voto: 7/10

Segui I Wake up in the Cosmos su Instagram e Facebook.

Ascolta “Berenice” su Spotify.

/ 5
Grazie per aver votato!
Previous Story

Angelo De Augustine: La recensione di “Toil and Trouble”

Next Story

PJ Harvey: La recensione di “I Inside the Old Year Dying”

Latest from Thursday Phonic Radar